Mi viene da piangere…

Oggi è il 4 ottobre. Il che vuol dire che sono passati 3 mesi dall’ultimo giorno di lavoro saltuario presso la scuola in cui facevo la docente. Tale scuola ha ancora da darmi gran parte dei soldi del mio lavoro di anno scorso.

Attualmente non sto lavorando, non per scelta, ma per crisi. Quella cosa che dicono noi trentenni di oggi ci stiamo inventando, che ci dicono essere superata una volta a settimana, etc etc.

Ho anche cercato come babysitter, ma non si sta muovendo nulla neppure lì. Perché anche lì, come per tutti gli altri lavori, ci si muove per conoscenza. E io le mamme con bambini che conosco o hanno i nonni o già hanno la babysitter.

Stanotte non riuscivo ad addormentarmi, corrosa dall’ansia del bisogno di avere dei soldi per pagarmi le varie attività che sto facendo e a cui non posso rinunciare se non voglio evitare di entrare realmente in depressione.

Cerco di tenermi attiva come posso:  seguo due gruppi teatrali, uno più legato alla cittadinanza attiva, l’altro a carattere più psicologico;  faccio parte di un coro da poche settimane, nonostante non abbia mai cantato in vita mia (ci vado più per presenziare, diciamo, e far gruppo, che per altro…); seguo un corso di espressione libera, arteterapia, o qual dir si voglia; creo bigiotteria, e la metto pure in vendita, ma la concorrenza è spietata; faccio foto e con due miei amici ho pure fatto una mostra e adesso stiamo pure tentando di esportarla in qualche locale o circolo… però in tutto ciò, alla fine, sono più le spese dei guadagni e così mi ritrovo a sentirmi salire l’ansia e non sentirmi adeguata… il fiato si fa corto e l’ansia sale. Inesorabilmente.

Annunci

2 commenti (+aggiungi il tuo?)

  1. Ninphe
    Ott 04, 2010 @ 13:34:04

    Mi spiace tanto. Ti capisco benissimo, visto che per me sono 2 anni di “le faremo sapere!” “lei è perfetta, finisco i colloqui e la richiamo sicuro!” e poi niente. 2 anni che mi hanno portata anche a pensare di essere io l’errore, di non sapere far nulla, di essere un essere inutile.

    E ho iniziato anch’io la fotografia 🙂

    Speriamo che questa “vera-finta crisi inesistente ma stiamo tutti facendo la fame tranne loro” finisca presto così riusciamo a vivere appieno le nostre vite senza l’ansia de “la bolletta la pagherò?”

    Rispondi

  2. fuffra
    Ott 04, 2010 @ 13:55:22

    Io non ho l’ansia de “la bolletta la pagherò?” ma solo perché in (s)compenso vivo ancora con i miei e non ho neanche la speranza di uscirne, a questo punto.

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: