Prendimi

Sono strana, particolare.
Sono una persona fisica (ho bisogno di sentire gli altri).
Sono “l’antitesi di una sintesi che manca”.
Sono colorata (a quanto pare fin troppo colorata), bipolare (passo dall’entusiasmo eccessivo al pessimismo, ma prevale l’eccessivo entusiasmo).
Sono “un personaggio”.
Sono… sono… sono… come è facile buttare lì parole, sono tutte le vostre proiezioni del cavolo, ma sono anche una donna che ha voglia di amare, che cerca il coraggio di buttarsi, andare oltre, cercare di capire se può dare e ricevere qualcosa da chi ha di fronte, senza preconcetti e remore, nonostante tutto e tutti. Cercando di prendere ciò che di bello c’è nell’altro, cercando di dare ciò che di bello ha all’altro. Cercando di esserci. Cercando di sentire le farfalle nello stomaco perché solo con le farfalle nello stomaco ci si può sentire vivi, in un mondo in cui vedere il bello è sempre più difficile.
Scegliere di puntare sui sentimenti invece che sulla ricerca di una identità lavorativa impossibile da trovare!
Sono questo. Sono io! Prendere o lasciare.

Annunci

3 commenti (+aggiungi il tuo?)

  1. soul
    Mar 20, 2011 @ 10:24:42

    Sono sono sono… Sono un cesso. Per questo la gente non mi caga e non mi scopa. Sono sono sono, sono io. Sono anche gli altri. A questo mondo non si è soli. Si è soli con la testa, vai allo stadio piedo a vedere il concerto di Jovanotti o Ligabue ma sei solo con la tua testa.
    Perchè la gente non mi si scopa? Perchè sono brutto o brutta, e sono veramente un o una rompicoglioni. Sono pesante. La gente dopo un po’ sparisce e scappa migliaia di chilometri? Amore? Ma se sono stato cornuto o cornuta e non lo so ancora. Ho paura di farmi viva e chiedere dopo 1000 anni. Non ho nemmeno le palle. Prendere o lasciare.
    Mi sa che tutti lasciano prima o poi.

    Rispondi

  2. fuffra
    Mar 20, 2011 @ 17:53:16

    Vero, tutti lasciano prima o poi. Ma poi c’è bisogno di ri-prenderla la vita. No? 🙂

    Rispondi

  3. soul
    Mar 20, 2011 @ 18:27:05

    Arrivo qua da segreti di tonna. Da quel che ho capito di te, per proiettarti nel futuro devi capire e chiudere con il passato. Hai troppi sospesi, come il giorno di più di fabio volo. Non è facile, ma nella vita bisogna aver le palle. 🙂

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: